La Massoterapia è il massaggio terapeutico dei muscoli  praticato con le mani, utile a prevenire le malattie dell’apparato muscolo-scheletrico o riabilitare i soggetti che ne sono patologicamente affetti.
Chi è abilitato praticare la massoterapia prende il nome di Massoterapista professionale, con un’abilitazione specifica in massoterapia.
Il massoterapista ha specifiche conoscenze nel campo dell’anatomia umana, della biologia umana, della fisiologia, della farmacologia, dell’ immunologia.
Le principali  applicazione terapeutiche di massoterapia sono:
I dolori muscolari, la contrattura muscolare, le contratture dei tendinei, lo stress psichico, la ritenzione idrica  e la cellulite.
La massoterapia  è da considerarsi una pratica a basso rischio di complicazioni, salvo alcuni casi Clinici specifici.
E’ una pratica terapeutica oggetto di indagini scientifiche per diversi anni che può dare risultati ottimi per il paziente.
La Massoterapia serve a chi soffre di:
Muscolatura contratta;
Dolori muscolari;
Contratture o indurimenti dei tendini;
Ritenzione idrica e cellulite.
Stress psicofisico come , disturbi dell’ansia, depressione, ecc;
Massoterapia per Sportivi
Gli esperti raccomandano il massaggio agli atleti professionisti ed a chi pratica sport con continuità,
Ciò permette di ridurre le fatiche post-allenamento, permette di accelerare il recupero ed il rilassamento dei muscoli dopo l’allenamento sportivo.
La Massoterapia non necessita di preparazioni particolari, per cui il paziente non deve attenersi a nessuna regola prima di sottoporsi a una seduta.
Il trattamento in genere, si suddivide in un ciclo di 5-10 sedute , in base alla criticità del paziente.
Il Massoterapista valuta lo stato di salute del paziente ed esegue il ciclo di terapie necessarie al paziente.
La prima seduta/visita, permette al terapeuta di stabilire su quali punti del corpo umano è necessario intervenire.
Tecniche di Massoterapia
Chi pratica la massoterapia utilizza spesso oli o unguenti, in quanto garantiscono una maggiore scorrevolezza e una migliore azione delle mani sul corpo del paziente.
Tra le tecniche di massaggio della massoterapia, ci sono:
Lo sfioramento Consiste in un massaggio leggero sulla pelle con le mani, senza l’esercitazione di alcuna pressione.
È la tecnica con cui ogni massoterapista inizia e conclude ogni seduta.
Lo sfregamento.  È una tecnica essenziale, perché precede e segue ogni altra tecnica di massaggio,
che prevede una pressione sulla pelle maggiore.
La frizione. Consente di agire sugli strati superficiali e quelli profondi del corpo umano.
Si tratta di uno sfregamento con cui le mani del terapeuta rimangono a contatto costantemente, con la pelle del paziente.
L’impastamento. Esercitando una pressione del pollice contro le altre dita della mano contrapposta e spostando i muscoli trasversalmente.
 Tecnica applicabile solo nelle zone del corpo dove c’è massa muscolare.
Esistono due forme di impastamento: l’impastamento superficiale e l’impastamento profondo.
La pressione.  Ha lo scopo di facilitare il riassorbimento di edemi e migliorare la circolazione sanguigna.
E consiste in una compressione perpendicolare alla cute del paziente.
La percussione. Consiste in una serie di picchiettamenti ad intensità variabile, che vengono eseguiti con le dita.
Questa tecnica ha lo scopo di: migliorare la  il metabolismo muscolare e stimolare il sistema nervoso.
La professione del Massoterapista è quindi basata su competenze solide e specifiche,
utili a soddisfare la richiesta di interventi  terapeutici e preventivi, utili alla conservazione della salute e benessere del paziente.
La Mission principale del Massoterapista è quella di garantire ai pazienti una migliore qualità della vita , con etica e serietà professionale.
I principali benefici:
Può determinare un miglioramento della circolazione sanguigna anche nei vasi più piccoli (capillari).
Questo comporta un miglior apporto di ossigeno e nutrienti alle cellule dei tessuti interessati , favorendo la guarigione più velocemente dalle patologie.
Stimola la secrezione di endorfine, le sostanze chimiche prodotte dal cervello.
Migliora il drenaggio linfatico, migliora l’eliminazione delle sostanze di rifiuto da parte dei tessuti;
Riduce notevolmente i segnali nervosi che fanno avvertire,  i dolori e le tensioni dei tendini e muscoli.